Assenza

Pubblicato: 13 ottobre 2006 in Deliri in libera associazione, Versi in delirio
Tag:, ,
E’ una voragine, ma forse anche una liberazione,
una nuova schiavitù, per liberarsi da una vecchia.
Percorso impervio,
ma inevitabile per sopravvivere.
Tirarsi fuori dal baratro,
è questo l’imperativo categorico.
New life, new breath.
Spalanca le braccia al mondo,
ma non permettere che ti travolga.
“Oooh, you cannot reach me now…
Oooh, no matter how you try.
Goodbye, cruel world, it’s over.
Walk on by.”
 
[Wanderer, 13/10/2006 09:45]
Annunci
commenti
  1. Silvia ha detto:

    E\’ sempre così.. bisogna cercare una nuova fissazione per poter lasciare la precedente..
    Come malattie.. cerchiamole sane però..
    In bocca al lupo. ^.^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...