Frightened child (Scavando nel fango…)

Pubblicato: 8 novembre 2006 in Deliri in libera associazione, Storie & C., Versi in delirio
Tag:, , , ,

Tendi la mano
e lascia che il mondo ti coinvolga.
Abbraccia il sole
e non permettere che le nubi inglobino il tuo essere.
Bambina impaurita
cresciuta nell’ODIO e nell’ASSENZA,
viziata dal niente divenuto TROPPO,
deviata dagli eccessi di un VUOTO permanente.
Così tanto da dare, sepolto dentro,
e così poco da mostrare, che riesca a venire alla luce.
SILENZIO che ti avvolge,
e con cui avvolgi te stessa e il tuo prossimo.
Mura, barriere, insormontabili aspri ostacoli,
perchè nessuno possa arrivarti troppo vicino.
Maschere di insulsaggine e aridità,
apparente vacuo essere, che seppellisce infinita luce.
Annegata nel tuo NULLA,
brancoli in una tenebra che NON E’ TUA.
Senza sapere nemmeno cosa e dove cercare,
o sapendolo – forse – e costringendoti ad IGNORARLO,
rifiuti a priori ogni nutrimento,
temi tremante ogni significatività.
E galleggi.
Inutile vegetale da mostrare orgogliosamente
al posto delle immense profondità di cui potresti essere capace.
Così bella “in fieri, così arida e VUOTA nell’immagine.
Stupide risate, finta simpatia, vacue battute amene
sbattute in faccia come affilati pugnali
a chi potrebbe avvicinarsi anche solo lontanamente alla tua reale essenza,
per terrorizzarlo,
spiazzarlo,
allontanarlo,
o almeno soltanto INGANNARLO.
Piattezza.
Crudele maschera di indifferenza.
Sostieni di non necessitare di alcuno e di alcunchè
e rigetti con astio tutto ciò che di bello potrebbe portisi davanti,
mentre tutto il tuo essere, intimamente, urla il tuo bisogno di BELLEZZA.
Vuoi vivere, ma ti lasci morire,
anzi, peggio, vegetare nell’ignavia,
negando intrinseche qualità che ti farebbero spiccare il volo,
distruggendo pericolose – ai tuoi occhi – attitudini di significatività.
Vittima del mondo,
come ti è sempre stato inculcato e marchiato a fuoco,
o vittima di te stessa, e, prima ancora, del sangue che ti ha generato,
come rifiuti in ogni istante di riconoscere CONSAPEVOLMENTE?
Urla, piangi, ridi, scalcia,
VOLA.
Perchè non ti saranno date seconde possibilità,
se non una vita che rifiuti,
un mondo che ti avvolge tuo malgrado,
PERSONE intorno, che ti toccano contro il tuo volere.
Lascia che la VITA ti scorra addosso.
Esci da quel tuo ORRIDO bozzolo che galleggia nel Lete.
Ribellati, soprattutto contro te stessa.
Hai perso TANTO finora, ma tanto ancora puoi avere dal mondo.
Non gettarlo via prima ancora di averlo trovato.
VIVI.
Perchè lo MERITI, anche se non lo sai, anche se non ci credi.
[Wanderer, 08/11/2006, 17:38]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...