Put me off [Prima o poi…]

Pubblicato: 27 giugno 2007 in Riflettendo
Tag:

Gente.
Persa tra i suoi pensieri, presa dalle sue incombenze, annegata nei suoi problemi. Poco propensa – o assolutamente per nulla – nei confronti di chi gli sta intorno. Tutto è rimandabile, tutto è rivedibile, ma in un futuro non si sa quanto lontano.
Prima noi, poi il resto del mondo“.
Valida affermazione, quando si tratti di un “resto del mondo” di cui poco o nulla ci importa. Ma cosa accade, quando il “resto” in questione appartiene alla categoria di quelli a cui – quanto meno a parole – teniamo almeno un minimo?
Guardiamo sempre entro il limite del nostro naso, e intanto la vita fuori scorre. I rapporti si incrinano, i legami si spezzano irreparabilmente, le persone si perdono, svanendo in un forzato oblio troppo spesso privo di reali e valide motivazioni. La nostra mente, persa in un turbinio di egoistiche preoccupazioni, mette da parte chiunque ed ogni cosa.
Non è il momento“, ci diciamo. E – di momento in momento – rimandiamo fino all’irreparabile, fino al punto di non ritorno.
Sempre pronti a chiederci perchè la gente si allontani senza apparenti motivi, non ci rendiamo (volutamente, seppure inconsciamente?) conto che siamo noi a cacciarli via: con la nostra noncuranza, con la nostra strafottenza, col nostro cieco egoismo ed egocentrismo.
Mettiamo da parte le persone, convinti che con esse si possa fare come con delle bambole, da rinchiudere in un armadio, lasciandole lì ad attendere che ci torni la voglia di giocarci.
O come con degli insipidi surgelati, buttati in fondo ad un congelatore, in vista del remoto giorno in cui ci ricorderemo di tirarli fuori da lì, magari per sopperire ad un’improvvisa e imprevista penuria di cibo ben più interessante.
Ma le bambole prima o poi si rompono o passano di moda, e persino i più insulsi surgelati hanno una data di scadenza.
E, superato un certo limite, ci abbandonano. Inesorabilmente. Inevitabilmente.
E a quel punto non ci resterà altro che buttare nella spazzatura dei miseri resti, così come regolarmente facciamo con ciò che avanza di poveri rapporti umani: un tempo splendidi, un tempo intensi, un tempo coinvolgenti; ed ora solo pallide, insignificanti ombre di ricordi.
E ci ritroviamo, un giorno, a piangere e a rimpiangere.
Piangere su persone perdute per sempre, su perchè rimasti in eterno senza risposta. Su legami spezzati, che lasciano cicatrici che ricominciano a sanguinare e dolere ad ogni cambiamento di tempo.
Ma sarà troppo tardi, allora, per poter ricucire, per tornare indietro. Troppo tardi. Per sempre.
E in quel momento ben poco sollievo ci darà il ripetere a noi stessi, come un disco rotto: “Esisto SOLO io“.
 
[Wanderer, 27/06/2007, 11:30]
Annunci
commenti
  1. donatella ha detto:

    *Sempre
    pronti a chiederci perchè la gente si allontani senza apparenti motivi,
    non ci rendiamo (volutamente, seppure inconsciamente?) conto che siamo
    noi a cacciarli via*

    Mi piace

  2. Wanderer ha detto:

    E questo commento cosa sarebbe, un tentativo di giocare a "chi è nato prima, l\’uovo o la gallina"?
    O ancora meglio – visto che siamo in tema di uova – un tentativo – piuttosto tristemente malriuscito, aggiungerei – di RIGIRARE LA FRITTATA?
    Nel caso fosse tanto difficile evincerlo dal testo, si stava parlando dei simpatici effetti della STRAFOTTENZA e della MANCANZA DI RISPETTO verso quelli che tanto IPOCRITAMENTE chiamiamo AMICI, non delle ovvie e necessarie REAZIONI a tali cose.
    Sono due cose distinte, e basta un attimo di riflessione a coglierne l\’immensa differenza.
    Ah, ma no, dimenticavo… perchè sprecare il nostro preziosissimo tempo preoccupandoci di RIFLETTERE su cose così tanto INUTILI?
    Meglio rivolgere più proficuamente l\’intera nostra attenzione ad occuparci della nostra preziosa, piccola vita. E il resto del mondo (ivi incluse le altre persone)… beh (come dice "qualcuno"), si fotta, no?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...