I’ve been… [Frammenti]

Pubblicato: 18 maggio 2008 in Deliri in libera associazione, Versi in delirio
Tag:, ,

[Sono stato pazzo, e sono ritornato.]

Ho danzato con Lucifero tra fredde nubi di tenebra,
e stretti in un solenne abbraccio l’ho fissato negli occhi.

Ho parlato a lungo con ombre sanguinanti,
e tra le loro vesti lacere ho infilato coltelli affilati.

Ho sentito aghi di ghiaccio penetrarmi il cervello,
e chiamandoli pensieri ho permesso loro di strapparmi il cuore.

[Sono stato pazzo… e sono ritornato.]

Ho spalancato le Porte dell’Ade con impetuosa furia,
facendone sobbalzare i Guardiani con preoccupato terrore.

Bracciate rabbiose mi hanno trascinato nel viscido Lete,
le cui correnti hanno strappato via brandelli della mia anima.

Ho guardato dentro un tunnel buio, illuminato solo dal dolore,
e lì, in fondo, ho spento a calci quella luce che altri chiamano speranza.

[Sono stato pazzo. E sono ritornato.]

Fredde lame di rasoio hanno percorso le mie carni,
disegnando arabeschi di un futuro nato già morto.

Ho assaggiato il dolceamaro sapore del piombo,
facendo l’amore con le canne di strumenti mortali.

Ho ascoltato con occhi inondati di lacrime il silenzio dei morti,
chiedendo loro delle mute conferme mai giunte.

[Sono stato pazzo, ma sono ritornato.]

Ho visto il buio, ho visto la luce, e non riuscivo a distinguere differenza.
Ho parlato col nulla, ottendendo assordanti risposte.

Ho perso ogni senno, bruciato ogni tappa, divorato ogni spirito rabbioso
che avesse osato anche solo aleggiarmi intorno.

Ho urlato, riso, pianto, vegliato, dormito, imprecato, supplicato…
Ho chiesto perdono, ho implorato pietà. E non ne ho restituiti a mia volta.

[Sono stato pazzo. E sono ritornato. Ma lo sono ancora.]

Però questa è un’altra vita. E si comincia daccapo.
Respirando altri cieli.
Stringendo altre mani.

[Wanderer 18/05/2008, 2:28]

 

Annunci
commenti
  1. Noemi ha detto:

    vedo…
    tante cose lì dentro, come in un poliedrico calderone di declinazioni che a poco a poco scorgo,
    ogni volta,
    e con Sorpresa.
     
    (anche tu stai camminando, al sole.)
     

    Mi piace

  2. Wanderer ha detto:

    Hai azzeccato il termine più adatto. La mia anima è per definizione un infernale calederone in perenne ebollizione.
    PACE non è una parola che mi si addice, nè temo lo sarà mai, anche nei momenti di serenità più intensa.
     
    Mi piace il fatto di riuscire a sorprenderti: sorprendere proprio TE, che mi conosci così profondamente…
     
     
    (Non cammino al sole in realtà, o quanto meno, non nel senso che intendi tu: il mio incedere è un perenne avanzare testardamente contro impetuose tempeste di sabbia. E il sole, quando c\’è, sembra sia lì con lo scopo precipuo di friggere avariati residui di cervello. ^_*  )

    Mi piace

  3. Elena ha detto:

    "Però questa è un\’altra vita. E si comincia daccapo. Respirando altri cieli. Stringendo altre mani."E sotto ogni cielo, in ogni nuova stretta di mano io non lascerò che la tua anima vaghi sola per il mondo.
    Perchè ormai è indissolubilmente unita alla mia.
    E saremo pazzi insieme…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...